📁
Russia Federazione Russa - Notizie eventi ed informazioniRussia
Russia argomenti > San Pietroburgo

Cattedrale di San Isacco

La Cattedrale di Sant'Isacco a San Pietroburgo nell'omonima Piazza Sant'Isacco

San Isacco: La cattedrale di Sant' Isacco vista dall' ingresso del Manege
San Isacco
La cattedrale di Sant' Isacco vista dall' ingresso del Manege

La Cattedrale di Sant'Isacco è una delle più prestigiose di San Pietroburgo; iniziati nel 1818 i lavori per la costruzione si conclusero solo nel 1858. Imponente Chiesa e meta presente in tutti i percorsi turistici è senza dubbio la Cattedrale di San Isacco dedicata all’omonimo monaco bizantino; essa si erge in tutta la sua maestosità risultando visibile da molti chilometri di distanza.

La storia ci dice che difficile ne fu' la realizzazione, per via del terreno instabile ed impregnato d'acqua - ricordiamoci che la città di San Pietroburgo sorge in una zona paludosa - solo l'architetto francese August Montferrand vinse le avversità del suolo rivestendo la base con 24 mila pali per sostenere le future 300 mila tonnellate dell'imponente Cattedrale; innovativo fu' per quel periodo l'utilizzo della ghisa per la struttura portante.
La cupola dorata è motivo di gloria per la città, terza per grandezza nei suoi simili europei, mentre lo scorcio del colonnato è semplicemente bellissimo ed immancabile negli scatti fotografici di turisti provenienti da ogni angolo del pianeta.
Spettacolare e da mozzafiato la visione della città una volta saliti i 262 gradini e raggiunta la cupola; da tale altezza si possono scorgere tutte gli altri edifici importanti della Venezia del Nord sia di giorno sia la notte, grazie alle mille luci che la illuminano.

La Cattedrale di San Isacco, tutt'oggi classificata come museo, splende per la sua sfarzosità interna grazie a incalcolabili stucchi dorati, affreschi e mosaici; tra tutti spicca un affresco di 800 metri quadrati, di Karl Bryullov, raffigurante la Vergine circondata da Angeli e Santi. Al suo interno sono presenti colonne in materiale preziosissimo, lapislazzuli e malachite!

Informazioni utili

  • La più vicina stazione metro è quella di Nevskiy Prospekt, dopodiché camminare per 15 min. in direzione dell'Ammiragliato e girare a sinistra;
  • è necessario un biglietto separato per vedere il museo e per visitare la cupola. La cassa per acquistare il biglietto per la cupola chiude un'ora prima rispetto al museo;
  • per l'interno vige la solita regola di dover acquistare un permesso per fotocamera e videocamera nel caso abbiate intenzione di scattare fotografie;
  • un consiglio importante riguarda l'eventuale visita della Cattedrale di San Isacco nel periodo invernale. Se decidete di salire nella cupola copritevi a dovere, il freddo ed il vento gelido non sono il massimo per godersi il panorama dall'alto della splendida città di San Pietroburgo.


Come arrivare

Indirizzo: Piazza Sant'Isacco, 4;
costo dell'ingresso: Cattedrale, 320 rubli (circa 8 euro). Colonnate, 160 RUB (circa 4 euro);
giorno di chiusura: Mercoledì;
orario apertura: Cattedrale, dalle 10:00 alle 19:00. Colonnate, dalle 10:00 alle 18:00;
linea metro: Linea 2, Blu ma anche con la Linea 4, Gialla e la nuova Linea 5, Viola;
Stazione metro: Sennaya ploschad, Sadovaya, Spasskaya;
Linee autobus cittadini che arrivano nei pressi della Cattedrale: 3, 10, 22, 27.

Dalla stazione della metropolitana Nevskij Prospekt, sull'omonima strada, camminare in direzione dell'Ammiragliato ed imboccare - subito dopo aver passato il Ponte sul canale Moyka - la via Malaya Morskaya che vi porterà direttamente sulla Piazza della Cattedrale di San Isacco.

Per avere un idea del luogo, osservare l'imponenza della Cattedrale e l'omonima Piazza dedicata a San Isacco, potete visonare da questa pagina (selezionare il link nelle parole che seguono) molte delle webcam live di San Pietroburgo.

Cosa vedere nelle vicinanze della Cattedrale di Sant'Isacco:

  • Piazza Sant'Isacco;
  • Monumento di Nicola I;
  • Prospettiva Nevsky;
  • Ammiragliato;
  • Monumento al Cavaliere di Bronzo.
Argomenti nella stessa categoria